Con riferimento a quanto esplicato e ribadito nella nota prot. n. 48/E del 12.12.2023 con la quale
l’Organizzazione Sindacale DIRPOLPEN, rappresentativa dei funzionari del Corpo di Polizia
Penitenziaria, ha ritenuto, nuovamente, intervenire in merito alla non più sostenibile condizione di ritardo
alla quale soggiacciono i decreti per il fondo di valorizzazione dirigenziale, come in oggetto specificato,
questa Confederazione ritiene altresì importante esprimere sostegno ai contenuti espressi nella nota citata
quale concreta forma di riguardo e rispetto che i Dirigenti del Corpo hanno diritto a vedersi riconoscere,
a partire da Tutti coloro che, ad oggi, sottolineano in più occasioni di fregiarsi della “conduzione” e
dell’”appartenenza” del Corpo di Polizia Penitenziaria, senza però poi curarsi di onorare le spettanze nei
tempi e nei modi adeguati, soprattutto dal punto di vista temporale, degni di una classe dirigente quale la
Dirigenza del Corpo di Polizia Penitenziaria.
Si resta in attesa di notizie positive che, ci si augura, non tardino ad arrivare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *